Meno matrimoni, più Tuderti

Matrimoni in calo, in particolare quelli religiosi. É questo il dato più significativo che emerge dal bilancio demografico comunale che verrà ufficializzato a fine mese. Sul fronte delle unioni nuziali, il confronto con i dati relativi agli ultimi nove anni ha molti motivi per suscitare legittime perplessità. Todi, per il suo fascino e la suggestione delle sue chiese nelle quali si sono sempre celebrati numerosi matrimoni, è una città con larga prevalenza per quelli religiosi. L'anno record è stato il 2006 con 123 matrimoni, dei quali addirittura 88 religiosi, poi si è registrato un progressivo calo: 114 nel 2007, 111 nel 2008 e 104 nel 2009, ma nel 2010 i matrimoni celebrati sono stati appena 83 con un calo che si attesta intorno al 30%. Il decremento è legato soprattutto ai matrimoni religiosi scesi a quota 50 mentre nel 2009 erano stati 73, mentre quelli civili hanno registrato una flessione contenuta rispetto alla media degli ultimi 9 anni ma invece una crescita rispetto al 2009, quando erano stati 31, mentre lo scorso anno sono stati 33.
Che fra le coppie, anche in una realtà di provincia come la nostra, le cose non vadano molto bene lo confermano i dati su separazioni e divorzi.
Le separazioni lo scorso anno sono state 39, più di 3 al mese, cifra mai toccata negli ultimi 9 anni. Nel 2009 infatti le coppie che si sono separate erano state 23 e si è quindi registrato un incremento superiore al 60%. Meno drammatica la situazione dei divorzi che sono stati 21, due in più rispetto al 2009, ma lontano dall'anno record del 2007 quando se ne erano registrati 32. Dati incompleti - i definitivi ci saranno a fine gennaio - sono invece quelli relativi al numero degli abitanti nel comune di Todi. 
In ogni caso, quelli attualmente disponibili che riguardano la popolazione residente sono incoraggianti visto e considerato che certificano una crescita: dai 17.290 del 31 dicembre del 2009 si è passati infatti a 17.399. Continuano a prevalere le donne che sono 8.989 mentre gli uomini sono 8.410. Le nascite ancora molto contenute, appena 10, sei maschi e quattro femmine, mentre nell'anno precedente erano stati 15, 8 maschi e 7 femmine. Nel 2010 sono state registrate 22 morti, 12 donne e 10 uomini, mentre i decessi nell'anno precedente erano stati 16, 9 femmine e 7 maschi. La differenza fra nascite e morti, che nel 2009 era stata di appena una unità, è invece salita a - 12. Saldo positivo fra immigrazioni ed emigrazioni: ci sono stati infatti 42 nuovi residenti, 20 maschi e 22 femmine, contro i 23 che hanno lasciato Todi, con un saldo attivo di 19 unità, mentre nel 2009 era stato di 9 appena.


0 commenti

Posta un commento

Cerca notizie e informazioni su Todi Notizie

Cerca per argomento

Cerca per mese di pubblicazione

News dalla Provincia di Perugia